PARENT COACHING

La famiglia è un sistema vivente il cui sviluppo avviene attraverso fasi (previste o impreviste).

Ogni passaggio da una fase all’altra è un periodo di transizione che genera cambiamenti e che potrebbe dare origine a crisi e difficoltà, compromettendo la qualità della vita e il benessere. In ognuno di questi passaggi la famiglia deve riorganizzarsi e far emergere i propri punti di forza per affrontare il cambiamento.

È in questi momenti che può essere utile rivolgersi ad uno psicologo per un percorso di coaching.

Cos’è il Parent Coaching

 

Il Parent Coaching è un metodo di sviluppo delle potenzialità personali con cui si aiutano i genitori a trasformare se stessi e il proprio modo di essere, pensare e agire. È un percorso attraverso il quale il genitore (e quindi la famiglia) è aiutato a “tirare fuori” il proprio potenziale e le proprie risorse. Nel Parent Coaching il genitore è il protagonista di tutto il percorso di cambiamento.

Per spiegarlo con una metafora, potremmo dire che i genitori sono come degli scalatori: vedono e sanno dov’è la meta da raggiungere ma nel momento di difficoltà hanno bisogno di una guida che indichi loro la strada. Un coach, appunto. La guida li aiuterà a trovare la direzione ma dovranno comunque affrontare in prima persona il percorso. La guida-coach non si sostituisce ai genitori nel percorso, ma li affianca.

Grazie al percorso di Parent Coaching vi è un cambiamento positivo nella relazione genitore/i-figlio/i e, in questo modo, la famiglia ritrova serenità.

 

Scalatori

Come funziona il Parent Coaching

 

Un percorso di Parent Coaching è un percorso pianificato e strutturato i cui benefici emergono fin dai primi colloqui.

Lo psicologo aiuta i genitori a focalizzare i propri obiettivi, identificare le proprie risorse e apprendere dalle esperienze.

I compiti del coach sono:

  • Capire e comprendere a fondo aspirazioni e abilità del cliente
  • Scoprire e allenare il potenziale inespresso del cliente
  • Promuovere e valorizzare le caratteristiche del cliente

I percorsi di Parent Coaching hanno la caratteristica di essere brevi e pratici. Inoltre forniscono strumenti che apportano miglioramenti e vantaggi concreti. Un percorso va da un minimo di 3 mesi ad un massimo di un anno di lavoro insieme, a seconda degli obiettivi da raggiungere.

 

Le fasi di un percorso di coaching

Fase di assessment

Il primo passo è l’analisi approfondita e la conoscenza della situazione, della famiglia, dei genitori e dei figli. Questo perché ogni sistema familiare ha una propria unicità. Insieme ai genitori si analizzano il problema presentato, le strategie fino a quel momento utilizzate, i vincoli e le risorse del contesto di appartenenza. In questo modo si può comprendere quale sia l’intervento migliore e più efficace da mettere in atto.

Fase operativa

I genitori, con l’aiuto dello psicologo, pianificano gli obiettivi da raggiungere, identificano gli ostacoli da rimuovere e quali risorse (interne ed esterne) e strategie mettere in campo. I genitori sono aiutati a riconoscere e far emergere le proprie competenze. Lo psicologo offre feedback, valorizza e rinforza i risultati ottenuti, esplora nuovi bisogni, analizza eventuali ostacoli.

Fase di chiusura

In base agli obiettivi prefissati, il terapeuta e i genitori si confrontano sui risultati raggiunti e sulle nuove competenze acquisite. Il genitore ritrova la fiducia nelle proprie competenze e nella propria capacità di problem solving. Il percorso termina quando il genitore si sente consapevole delle proprie competenze.

COSA NON È IL PARENT COACHING

Il Parent Coaching non è una tecnica psico-educativa, quindi lo specialista non “dà lezioni” né indicazioni su cosa fare o non fare. Piuttosto, lo psicologo aiuta ad acquisire consapevolezza nelle proprie risorse e possibilità di azione.

Il Parent Coaching non è nemmeno un percorso di psicoterapia. Non si focalizza su tematiche del passato ma su problemi e questioni del qui ed ora. Tuttavia è importante, anzi forse fondamentale, che il Coach sia uno psicologo psicoterapeuta. Infatti solo uno specialista adeguatamente preparato ha conoscenze, competenze e strumenti per valutare la situazione e indirizzare la famiglia verso il percorso più idoneo. In altre parole solo uno psicoterapeuta può valutare se le problematiche presentate possano essere affrontate con un percorso di coaching o se abbiano radici più profonde e sia più idoneo un percorso terapeutico.

Coaching: un po’ di storia...

Il coaching è ancora poco conosciuto in Italia. È una disciplina nata negli Stati Uniti in ambito sportivo a metà degli anni ’70 per migliorare le performance degli atleti. Il concetto di fondo del Coaching Sportivo è che un atleta riesce ad esprimere la sua performance ottimale nel momento in cui riduce al minimo gli ostacoli personali interni.

Dagli anni ’90 il coaching è stato sempre di più applicato in ambito aziendale (Business Coaching, Team Coaching, Corporate Coaching, Career Coaching…). L’obiettivo in questo caso è liberare le potenzialità della persona affinché riesca a portare il proprio rendimento al massimo.

Poco dopo, con l’avvento della psicologia positiva, gli strumenti di coaching sono stati applicati anche ai contesti di cura della persona e all’ambito privato e familiare. Nel primo caso si tratta per esempio di percorsi di Health Coaching o Diet Coaching per favorire il mantenimento di una dieta o l’assunzione di uno stile di vita sano. In ambito privato e familiare sono nati il Parent Coaching, il Teen Coaching rivolto agli adolescenti e il Coaching di coppia.

Il fine è sempre il raggiungimento degli obiettivi prefissati e il miglioramento della performance o l’incremento dei risultati, grazie all’individuazione e all’utilizzo delle risorse interne personali.

Il Parent Coaching può essere adatto a te se:

  • Sei un genitore e vuoi migliorare le tue relazioni familiari
  • Sei un genitore che vuole trovare nuove strategie educative da attuare coi figli
  • Sei il genitore di un ragazzo che evidenzia difficoltà scolastiche e/o relazionali con le insegnanti
  • Sei un genitore che vuole capire come arginare le pressioni interne ed esterne e migliorare il proprio ruolo
  • Sei un genitore che vuole sperimentare un approccio diverso ed efficace nella relazione col figlio
  • Sei un genitore che ha bisogno di capire dove e come migliorare il proprio stile educativo
  • Sei un genitore e stai per affrontare un cambiamento (personale o professionale) e vuoi esprimere al meglio le tue potenzialità
  • Siete una famiglia che sta attraversando una nuova fase del ciclo di vita e avete bisogno di un aiuto per affrontare la situazione al meglio e trasformare i vincoli in risorse
  • Siete una famiglia che deve affrontare un trasloco da una città all’altra coi figli e volete prepararvi al meglio e trasformare le sfide in opportunità
  • Sei un dirigente scolastico e vuoi che insegnanti e genitori collaborino nel raggiungimento di obiettivi comuni